Cerca nel blog

martedì 5 luglio 2011

25 giri di pista ai campionati regionali

25 giri di pista equivalgono a 10000 metri, e sono lunghi, interminabili, monotoni.
La gara era in programma sabato 02 luglio a Busto Arsizio alle 18.20, valida per i campionati regionali master, ma il protrarsi dell'attesa è stata interminabile, ritardi su ritardi si sono accumulati tra le varie gare in programma tanto che la nostra partenza è stata data intorno alle 20.10.
E' snervante attendere così a lungo, quando ti prepari e inizi il riscaldamento per le 19.30 ipotetiche, ma ancora tanto da aspettare, in modo di farci partire ormai tutti a freddo.
Siamo in 31 iscritti tra le varie categorie, e scorrendo la lista degli iscritti vedo vari amici, della mia categoria, credo che possiamo giocarci il titolo io e Roberto Cella dell' Atletica Lambro, un pò di pretattica, ovviamente nessuno è in forma, nessuno svela i propri piani, io sono reduce da una contrattura ad una coscia avuta 15 giorni prima, in settimana era rientrato tutto, ma non avevo potuto svolgere la rifinitura come volevo, visto che la preparazione del passatore mi aveva rallentato e volevo ritrovare brillantezza e velocità.
Partiamo ad un ritmo umano, primo km a 3'35, Brambilla dell'atletica Busto se ne va, d'altronde è il più forte e non ha rivali, fortunatamente è un MM40, corriamo controllandoci io e Roberto, dietro Matteo dei Gamber de Cuncures ci segue come un'ombra, lasciandoci sfogare e sapendo di poter lottare solo per la seconda posizione, visto che Brambilla è irrangiubile.
Intorno al 4° km, Matteo mi urla che Roberto è fermo, guardo intorno ma non lo vedo, poi lo vedrò fuori pista, do un'altra occhiata alla pista e vedo che l'altro della mia categoria ha circa 150 metri di svantaggio e ormai siamo a metà gara, passiamo al 5000 in 17.48, con Matteo decidiamo di tirare due giri a testa, a me è servito molto il suo aiuto per continuare a spingere, forse da solo mi sarei adagiato a tenere solo la posizione, ma in ballo c'erano anche i punti per la gara di società e il buon Luciano, caposquadra, mi avrebbe "massacrato" se avessi mollato.
I giri passano abbastanza veloci con questo ritmo e con questo modo di fare, a un giro dalla fine urlo a Matteo di andare, lui sta sicuramente meglio, io, comunque, riesco a non farmi doppiare da Brambilla, spingo l'ultimo giro un pò di più e chiudo in 35'55, campione regionale di categoria MM45.
Una bella soddisfazione, una bella serata con dei grandi amici sportivi.

Diabolik

2 commenti:

  1. Per fortuna non eri in gran forma se no in quanto avresti chiuso?

    Gran bella gara, ottima impostazione tattica e ottima scelta di destreggiarvi nella seconda metà, con Matteo.

    RispondiElimina
  2. Sono contento non tanto per i punti (che sono tanti e hanno concorso alla classifica!), ma per la tua espressione a fine gara quando mi hai detto il tempo ...sembrava non avessi corso tanto eri felice!

    RispondiElimina

Visualizzazioni totali