Cerca nel blog

martedì 2 novembre 2010

Quanti ricordi

In questa settimana che precede la partenza per New York mi vengono in mente tanti ricordi delle varie partecipazioni passate nella "grande mela".
Quest'anno siamo a 14.
Mi vengono in mente la prima maratona, nel 1997, che poi è stata la mia prima maratona in assoluto ed anche l'unica in tante edizioni fatte corsa sotto il diluvio dal 25° km alla fine.
Mi ricordo l'emozione di quei 500 metri finali, quando rientri nel parco e vedi la finish line e concretizzi il fatto che l'hai finita, non posso non ricordare il 2000, ancor oggi l'anno della mia miglior prestazione a NY, il 2001, due mesi soli dopo la grande tragedia delle torri, una maratona dal sapore morto particolare, corsa con il pianto, ma anche con la forza di rinascere di quella splendida città, il 2003 con l'indian summer, quasi 30 gradi, l'anno dove, forse, ero meglio preparato ma il caldo mi ha ucciso, e non solo a me, il 2006, l'anno della decima, con una grande festa nel dopo gara insieme a tantissimi amici in un locale texano, il 2009 con il gruppone della mia società, dove non solo la gara ma anche i tanti appuntamenti hanno tenuto in piedi una trasferta memorabile.
Ed eccoci a quest'anno, pronti a partire dopodomani con tanta, tanta voglia di correre, tanta voglia di essere già lì, tanta voglia di rivedere central park e tanto tanto ancora.......
Vi terrò aggiornati da NY, domenica ore 9.40 sparo del cannone, pettorale 2224 si parte e dopo.....h... si arriva.

new york, where the world comes to run.

Diabolik

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali