Cerca nel blog

lunedì 30 marzo 2009

UNA DOMENICA SOTTO LA PIOGGIA AD ANTIBES

Era sabato pomeriggio,ero in negozio, erano le 16 circa e sfogliavo il calendario delle gare francesi, amo le gare in Francia, un po' meno i francesi, precisamente le gare della zona della costa azzurra e trovo una gara ad Antibes, decido in un battibaleno di andare, cerco un hotel in fretta e furia, e alle 18.15 parto.
Il tempo meteorologico non e' dei migliori, piove lungo tutto il viaggio, mi fermo sul turchino in autogrill per la cena e alle 22.30 sono a destinazione, piove anzi diluvia, e quindi mi infilo sotto le coperte anche perche' prima della gara che partira' alle 11.15 devo fare allenamento, tra i 15 e 20 km.
Alle 8 mi alzo, guardo fuori dalla finestra, sembra inverno, un tempo da lupi, diluvia e medito se fare allenamento o meno, ci penso una buona ventina di minuti e vado. Faccio il giro del promontorio, vado sul lungomare, mi infilo nelle stradine interne, mi perdo, a un certo punto non so dove sono, ma poi ritrovo la strada dell' albergo, 11,3 km segna il garmin, penso che possa bastare anche perche', gia' avevo il raffreddore, un po' di febbre venerdi e tutta l' acqua presa non aiuta. Una doccia veloce, colazione piu' veloce ancora e via verso la partenza della gara. Intanto continua a piovere, ritiro il pettorale, e resto in macchina in attesa delle 11.10 per fare qualche metro di riscaldamento.
Ore 11.15 viena data la partenza, la gara e' di 9,6km, due giri da 4,8km ciascuno, dopo i primi 500 metri piatti sul lungomare, svolta a destra, la prima insidia, salita ma non solo, salita su una scalinata ripida, tortuosa con i sassi tutti rotti e sconnessi e bagnati, rischio anche di cadere, non finisce piu', saranno almeno 500 metri, poi svolta a sinistra e torna fortunamente l' asfalto in un susseguirsi di saliscendi interminabili, finisce il primo giro e penso alla scalinata da riaffrontare, la prendo con calma tanto non posso fare diversamente, e' sicuramente meglio del primo giro, poi mi involo letteralmente verso i su e giu' del promontorio di Cap d' Antibes, chiudo la mia prova in 34'56, 14^ assoluto e 3^ di categoria. Tutto sempre sotto una pioggia incessante, mi premiano con una coppa di categoria e poi dopo tutto quest' acqua finalmente mette le gambe sotto un tavolo al ristorante e mi dedico ad ua bella mangiata di pesce.
Adesso un settimana tranquilla, si fa per dire, in attesa della stramilano di domenica prossima.

Diabolik

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali